• Cristian Newman/Unsplash
Le app sul telefono aiutano a riconoscere i disturbi cognitivi
Le differenze nel modo in cui le persone sane e quelle con problemi cognitivi usano il proprio smartphone hanno permesso di tracciare una distinzione per distinguerle.
di Karen Hao 13-01-20
I ricercatori di Apple hanno monitorato l'utilizzo dell'app di 113 adulti di età compresa tra 60 e 75 anni per 12 settimane. Trentuno di loro avevano una diagnosi clinica di un problema di ordine cognitivo; gli altri 82 erano “sani”. Per ogni sessione - dal momento in cui gli utenti hanno sbloccato i loro telefoni al momento in cui li hanno bloccati di nuovo - i ricercatori hanno registrato le sequenze di app utilizzate e classificato le sessioni in diversi tipi. I dati sono stati usati per formare un modello di apprendimento automatico.