• Ms Tech

Le app di appuntamenti tradizionali sono in crisi

Soprattutto le generazioni più giovani che vanno in cerca dell’anima gemella prediligono altre forme di contatto e si rivolgono a Twitter, Tik Tok e alle e-mail personalizzate.

di Tanya Basu 28-10-21

Katherine D. Morgan era "super esaurita" dalle app di appuntamenti. Aveva visto persone che usavano servizi come Tinder e Bumble alla ricerca dell’amore. "Molti dei miei amici parlavano dei loro “successi”, ma io avrei voluto trovare un altro modo. Quindi ha preso in mano la situazione. A luglio, ha creato un thread su Twitter, invitando le persone a mettersi in gioco rispondendo con una loro foto e alcune informazioni su cosa o chi stavano cercando. (Si veda tweet)

 

Il sistema è decollato. Morgan ha visto con soddisfazione crescere costantemente il numero di persone che aggiungevano le loro foto al thread in cerca dell’amore. Anche se questo sembra un po' il matchmaking vecchio stile, in realtà è molto differente dai metodi ttradizionali. I conatti sono spesso ad hoc, basati su piattaforme come Twitter e TikTok e, a differenza delle app di appuntamenti, con il loro menu infinito di corteggiatori idonei, sono focalizzate su una persona alla volta.

 

Gioca per posta

 

Randa Sakallah ha lanciato Hot Singles nel dicembre del 2020 per organizzare appuntamenti. Si era appena trasferita a New York per lavorare nel settore tecnologico e aveva deciso di creare una newsletter via email utilizzando la piattaforma Substack con una premessa apparentemente semplice: inviare il singolo profilo, corredato di nome, orientamento sessuale, interessi e alcune foto, a migliaia di utenti.

 

La caratteristica originale consisteva nelle domande di Sakallah e nella presentazione via e-mail, in cui si chiedeva di rispondere a domande particolari, del tipo: che animale vorresti essere? Sakallah afferma che parte del fascino di Hot Singles è che il profilo di una sola persona viene spedito via e-mail ogni venerdì. A suo parere, non è l’offerta algoritmica di potenziali volti disponibili su richiesta che rende possibile la conoscenza di una singola persona. 

 

"Cerco di raccontare una storia e dare loro una voce, cercando di caratterizzare ogni utente", dice Sakallah. Le app di appuntamenti possono essere veloci e facili da usare, ma i critici affermano che il loro design e la loro attenzione alle immagini riduce le persone a caricature. Morgan, che ha avviato il thread Twitter di lunga data, è una donna di colore che afferma che l'esperienza con l'app di appuntamenti può essere estenuante a causa dell’etnia di appartenenza. "Ho avuto amici che hanno messo la loro foto e un'emoji, e hanno trovato subito qualcuno che chiedeva loro di prendere un caffè, mentre le mie presentazioni articolate non sono state lette o hanno attirato una sfilza di commenti razzisti", racconta.

 

La distanza non è un problema

 

Non è semplice muoversi sulle app di appuntamenti. C'è il paradosso della scelta: si vuole scegliere tra un'ampia varietà di persone, ma la vastità delle opportunità può essere debilitante e opprimente. Inoltre, i parametri geografici generalmente impostati su tali app spesso peggiorano il sistema di appuntamenti. 

 

Alexis Germany, un’organizzatrice di incontri, ha deciso di provare i video di TikTok durante la pandemia per presentare le persone e li ha trovati immensamente popolari, in particolare tra le persone che non vivono nello stesso posto. "Cosa ti fa pensare che una persona viva nella tua città?" dice Germany. "Se è a una breve distanza raggiungibile facilmente in macchina o in aereo, potrebbe funzionare". (Si veda tweet)

La pandemia ha cambiato molti preconcetti su fattori come la distanza e la geografia. Con il lavoro a distanza e orari flessibili, le persone possono essere meno rigorose su dove e quando incontrarsi e coloro che cercano relazioni a lungo termine sono interessati a farlo in modo rapido, sicuro e ponderato. (Tutte queste iniziative sono gratuite, sebbene Germany offra servizi di matchmaking oltre a TikTok che partono da 300 dollari).

 

Ovviamente, farsi pubblicità per ottenere un appuntamento o farlo organizzare da "qualcuno che conosce qualcuno" non è un concetto nuovo. Prima che Tinder e altre app rendessero normale per milioni di persone sfogliare potenziali storie d'amore, gli annunci personali di Missed Connections e Craigslist erano un pilastro digitale per trovare la persona speciale. Durante i primi giorni di lockdown, anche il matchmaking di Zoom è diventato di moda.

 

Ma, nel complesso, le app di appuntamenti rimanevano ancora la strategia principale. Uno studio di Pew Research pubblicato appena un mese prima che la pandemia scoppiasse ha scoperto che il 30 per cento degli americani aveva riferito di averne usata una. Per la fascia di età compresa tra i 18 e i 29 anni, il numero sale al 48 per cento, e per le persone queer arriva al 55 per cento. Inoltre, il 20 per cento dei giovani e delle persone LGBT ha instaurato una relazione a lungo termine con qualcuno che ha incontrato in questo modo.

 

Dopo la pandemia, tuttavia, le app di appuntamenti hanno iniziato ad affrontare la resa dei conti. I millennial che hanno rivoluzionato il loro modo per ridefinire le relazioni, il sesso e il matrimonio sono ora più vecchi e spesso cercano relazioni a lungo termine, spesso difficili da trovare anche prima. Per la generazione di Sakallah e la Generazione Z che hanno raggiunto la maggiore età, le app di appuntamenti sono superate e noiose. Hanno voglia di qualcosa di diverso, e ciò significa sempre più guardare al matchmaking della vecchia scuola rivisitato attraverso la tecnologia moderna.

 

Le esigenze cambiano con il tempo

 

Non sono solo i giovani utenti alla moda che sono affamati di un modo più articolato di trovare possibili corrispondenze. Germany afferma che, nonostante il fatto che TikTok sia quasi sempre associato agli adolescenti, i suoi clienti sono per lo più tra i 30 ei 45 anni. "I giovanissimi sono in realtà rari", afferma. “Le persone che vengono da me sono frustrate dal ciclo perpetuo  di incontri e vogliono una vera relazione".

 

Forse è proprio per questo che le app di appuntamenti non si sentono minacciate e non scompaiono: perché per quanto deprimente possa essere, gli appuntamenti sono efficaci per le persone che vogliono collegarsi o perseguire relazioni casuali, mentre il matchmaking è molto più serio e richiede tempo per l'organizzazione. "Se si vuole un appuntamento per la sera, lo si può fare su un'app di appuntamenti, non con il matchmaking", spiega Germany.

 

Ciò non significa che il matchmaking alla fine abbia più successo. Sakallah dice di conoscere solo una manciata di persone che si frequentano da più di qualche settimana, e Germany ha avuto esperienza solo di poche coppie. Ma entrambe affermano che l'interesse verso i loro progetti è alle stelle: l'iscrizione alla newsletter di Sakallah ha superato quota 2.000 mentre Germany ha una lista d'attesa di 20.000 persone. E Morgan, la matchmaker di Twitter il cui thread continua a crescere, dice di avere incontrato un nuovo amore su Bumble. "Oggi, sono felice di non dover andare su un'app di appuntamenti", conclude.

(rp)