• Emily Haasch
La tecnologia ha denunciato ripetutamente i crimini di guerra siriani. Tutto inutile?
Gli attivisti sul campo e gli esperti di ricerche digitali hanno trascorso anni a documentare attacchi chimici e bombe. Ora stanno affrontando una brutale verità.
di Eric Reidy 05-11-19
Il 23 aprile 2014, Houssam Alnahhas si è nascosto nel sedile posteriore di un'auto nella città turca meridionale di Gaziantep e si è diretto verso il confine siriano, a circa 48 chilometri di distanza. Lo studente di medicina di 26 anni era fuggito dalla Siria due anni prima e stava lavorando per una task force per addestrare il personale medico nelle aree della resistenza. Ma ora stava tornando indietro con una missione: raccogliere prove di crimini di guerra.