La strage in Nuova Zelanda svela le gravi falle nei social media
Venerdì scorso un uomo ha trasmesso in diretta l’omicidio di dozzine di innocenti riuniti presso due moschee a Christchurch, in Nuova Zelanda, ricordandoci le terribili falle nelle regole e negli algoritmi che governano i social media e promuovono contenuti violenti e offensivi.
di Will Knight 18-03-19
Nei giorni precedenti la strage, l’autore avrebbe annunciato le sue intenzioni e pubblicato un manifesto online; in seguito ha trasmesso in diretta su Facebook il suo orrendo crimine. L’attacco è costato la vita a dozzine di persone.