• Vladimir Putin. Wikimedia Commons
La Russia ha il vaccino: lo Sputnik V
Durante un incontro, il presidente russo Vladimir Putin ha detto che il vaccino appena registrato "ha superato tutti i test necessari" e che è stato somministrato a una delle sue figlie.  
di Antonio Regalado 11-08-20
Il vaccino russo è stato sviluppato da Gamaleya, il Centro nazionale di ricerca per l'epidemiologia e la microbiologia di Mosca, e verrà utilizzato sugli operatori sanitari questo autunno. Sebbene sia stato testato su alcuni volontari,tra cui, come riportato da “Associated Press”, la stessa figlia del presidente, non ha completato il ciclo di studio più ampio necessario per dimostrare che protegge i destinatari dall'infezione del coronavirus o che è sicuro.

Secondo i rapporti, a ottobre, medici, infermieri e insegnanti riceveranno l'iniezione per primi quando saranno pronte sufficienti scorte di vaccino, per poi raggiungere il grande pubblico entro gennaio.Il vaccino russo utilizza un adenovirus per trasportare componenti dell'agente patogeno che causa il covid-19. Secondo il “New York Times”, l'approccio è simile a quello proposto dall'Università di Oxford e da Astra Zeneca

I vaccini contro il covid-19 potrebbero diventare uno strumento di potere geopolitico, con le nazioni che offrono scorte del prodotto ad amici e alleati. Secondo la “CNN” il nome Sputnik-V è una chiara allusione al lancio sovietico del primo satellite artificiale terrestre nel 1957.“Gli americani sono rimasti sorpresi quando hanno sentito il “beeping” dello Sputnik. La stessa cosa succederà con questo vaccino. "La Russia arriverà per prima", ha detto a giugno Kirill Dmitriev, capo del Direct Investment Fund russo.
 
Ci sono quasi 900.000 casi segnalati di infezione da coronavirus in Russia, il quarto più alto al mondo. La registrazione del vaccino russo potrebbe incoraggiare l'amministrazione Trump ad accelerare l'approvazione di emergenza di uno dei numerosi vaccini testati dal programma statunitense, l’Operation Warp Speed. Alcuni scienziati temono che il vaccino possa diventare una pedina nella politica elettorale americana e hanno messo in guardia dal distribuire un'iniezione non testata.

A giugno, anche la Cina ha approvato un vaccino, prodotto da CanSino Biologics, per l'uso da parte dei suoi militari. Il paese ha offerto vaccini sperimentali ai funzionari delle imprese statali del paese.

(rp)