• Una fattoria solare nella Death Valley, in California. Getty

La minaccia alla crescita dell'energia solare

Il crollo dei prezzi dell'energia solare nelle giornate soleggiate sta minando le ragioni economiche per costruire più parchi solari e mettendo a rischio il raggiungimento degli obiettivi climatici.

di James Temple 14-07-21
Alcuni isolati studiosi avvertono da anni che l'energia solare deve affrontare una sfida fondamentale che potrebbe arrestare la crescita vertiginosa del settore. In poche parole: più solare si aggiunge alla rete, meno prezioso diventa. Il problema è che i pannelli solari generano molta elettricità nel bel mezzo delle giornate di sole, spesso più del necessario, facendo scendere i prezzi, a volte anche in territorio negativo.

A differenza di un impianto a gas naturale, gli operatori di impianti solari non possono facilmente aumentare e diminuire l'elettricità secondo necessità. L’energia è disponibile solo quando splende il sole. Ed è allora che anche tutti gli altri impianti solari producono elettricità ai massimi livelli. Un nuovo rapporto rileva che la California, che produce una delle maggiori quote di energia solare al mondo, sta già sperimentando in modo acuto questo fenomeno, noto come deflazione del valore solare.

Dal 2014, i prezzi medi del solare all'ingrosso dello stato sono diminuiti del 37 per cento rispetto ai prezzi medi dell'elettricità per altre fonti, secondo l'analisi del Breakthrough Institute, in via di pubblicazione. In altre parole, le utility pagano sempre più gli impianti solari meno di altri fonti in generale, a causa dei loro modelli di generazione fluttuanti.

I prezzi all'ingrosso sono fondamentalmente l'importo che i servizi pubblici pagano alle centrali elettriche per l'elettricità che forniscono alle famiglie e alle imprese. Mutano durante il giorno e l'anno, salendo per gli operatori solari durante la mattina, il pomeriggio e in altri momenti in cui non c'è eccesso di offerta. Ma man mano che più impianti solari entrano in funzione, i periodi di eccesso di offerta che riducono tali costi diventano più frequenti e più pronunciati.

I prezzi più bassi possono sembrare ottimi per i consumatori, ma presentano implicazioni preoccupanti per le speranze del mondo di espandere rapidamente la capacità solare e raggiungere gli obiettivi climatici.

Potrebbe diventare difficile convincere sviluppatori e investitori a continuare a credere in nuovi impianti solari con minori guadagni o addirittura in perdita. In effetti, la costruzione di queste strutture in California è già piatta dal 2018, osserva lo studio. Ma lo stato avrà bisogno dell'industria per accelerare in modo significativo lo sviluppo se spera di realizzare i suoi ambiziosi obiettivi di energia pulita.

Anche questo potrebbe presto diventare un problema di carattere più generale. "La California è una piccola anticipazione di ciò che è in serbo per il resto del mondo con il progressivo incremento del solare", afferma Zeke Hausfather, direttore del clima e dell'energia presso il Breakthrough Institute e autore del rapporto.

Ciò perché mentre il solare rappresenta circa il 19 per cento dell'elettricità generata dalla California, anche altre regioni stanno installando rapidamente pannelli fotovoltaici. In Nevada e Hawaii, per esempio, la quota della generazione solare si è attestata intorno al 13 per cento nel 2019, secondo lo studio. I livelli in Italia, Grecia e Germania erano rispettivamente dell'8,6, 7,9 e 7,8 per cento.

Una corsa contro il tempo

Finora, i pesanti sussidi al comparto e il costo in rapida diminuzione dell'energia solare hanno compensato il calo del valore del solare in California. Fintanto che diventa sempre più economico costruire e far funzionare impianti di energia solare, la deflazione del valore è meno problematica.

Ma è probabile che diventi sempre più difficile andare avanti così, poiché la quota statale di generazione solare continua a salire. Se il costo per la costruzione e l'installazione di pannelli solari diminuisce, la deflazione del solare della California potrebbe andare avanti nella corsa contro la caduta dei costi già nel 2022 e salire progressivamente, secondo il rapporto. A quel punto, i prezzi all'ingrosso sarebbero inferiori ai costi sovvenzionati del solare in California, minando la pura logica economica per la costruzione di più impianti, osserva Hausfather.

La legge statale SB100, approvata nel 2018, richiede che tutta l'elettricità della California provenga da "risorse rinnovabili e a zero emissioni di carbonio" entro il 2045. A quel punto, circa il 60 per cento dell'elettricità dello stato potrebbe provenire dal solare, in base a un modello della California Energy Commission.

Lo studio di Breakthrough stima che il valore del solare, o il prezzo medio all'ingrosso rispetto ad altre fonti, diminuirà dell'85 per cento a quel punto, decimando l'economia dei parchi solari, almeno per come è oggi la rete della California.

Come risolvere il problema?

Esistono vari modi per alleviare questo effetto, anche se nessuno è probabilmente una panacea. Il settore solare può continuare a cercare modi per ridurre i costi, ma alcuni ricercatori sostengono che potrebbe essere necessario passare a nuovi materiali e tecnologie per raggiungere i livelli economici necessari per superare la deflazione del valore.

Gli operatori di rete possono aggiungere più stoccaggio di energia, anche se questo approccio diventa estremamente costoso una volta che le energie rinnovabili forniscono la stragrande maggioranza dell'elettricità sulla rete, come è stato rilevato da studio dopo studio

Gli stati o le nazioni potrebbero anche aumentare i sussidi per l'energia solare, aggiungere più linee di trasmissione a lunga distanza per consentire alle regioni di scambiare elettricità pulita secondo necessità, o incentivare i clienti a spostare il consumo di energia in momenti della giornata che meglio si adattano ai periodi di alta generazione. La buona notizia è che ognuno di questi sistemi aiuterà a facilitare la transizione verso fonti di elettricità pulita anche in altri modi, ma saranno necessari molto tempo e denaro per essere messi in moto.

(rp)