La Cina vuole ripulire i canali di social media
Il governo cinese sta compiendo importanti passi per mettere al bando contenuti inappropriati pubblicati su due delle piattaforme online più popolari del paese.
di Yiting Sun 06-04-18
Un nuovo ordine emanato dal governo cinese ha richiesto al servizio di condivisione foto Kuaishou e alla piattaforma di notizie Toutiao di revisionare i propri contenuti e rimuovere qualunque post “volgare, violento, pornografico o nocivo”. Il governo ha inoltre bloccato le nuove iscrizioni da parte di individui interessati a pubblicare video tramite questi servizi e richiesto che qualunque contenuto pubblicato in futuro venga prima esaminato da censori interni