• AP
L'UE potrebbe vietare il riconoscimento facciale in pubblico per cinque anni
Secondo un articolo apparso su “Politico”, la Commissione europea sta prendendo in considerazione un divieto di utilizzo pubblico delle tecnologie di riconoscimento facciale, con l'eccezione di quelle legate a progetti di ricerca e sicurezza.
di Angela Chen 19-01-20
L'idea è che questo divieto temporaneo darebbe ai ricercatori e ai responsabili delle politiche il tempo di studiare la tecnologia e capire come regolarla in modo da evitare le polemiche che ha suscitato in diverse situazioni.