L’NIH pensa di sollevare il veto contro i finanziamenti sugli ibridi umani-animali
Gli Stati Uniti potrebbero moderare il divieto contro la fusione tra geni umani ed animali, pur continuando a limitare le combinazioni tra umani e scimmie.
di Antonio Regalado 23-08-16
Gli U.S. National Institutes of Health credono che il governo statunitense dovrebbe finanziare scienziati interessati a studiare la fusione di cellule staminali umane ed embrioni animali per la creazione di “chimere”, creature che saranno quindi in parte umane ed in parte maiali, o topi.
L’agenzia solleverà quindi il divieto con cui l’anno scorso bloccò i finanziamenti governativi diretti a questo settore della ricerca.
Secondo Carrie Wolinetz, direttrice degli NIH, questi esperimenti sono particolarmente importanti per comprendere la meccanica delle malattie ed esplorare nuove possibilità di trattamento.