• Ernesto del Aguila III, National Human Genome Research Institute, NIH. Flickr
L'Europa non è pronta per i gene drive
Lo studio di soluzioni a urgenti problemi ambientali e di salute pubblica per mezzo di microrganismi a trasmissione genica non offre ancora garanzie contro i potenziali rischi.
di Lisa Ovi 15-05-20
Un “gene drive” rappresenta un'applicazione rivoluzionaria delle tecnologie di gene editing come il CRISPR, in quanto permette di diffondere una selezione di tratti genetici tra gli animali selvatici. Per quanto gli organismi geneticamente modificati (OGM) sono noti e utilizzati da tempo, gli organismi a trasmissione genica (GDO) sono ancora in fase di valutazione e valutazione. Con il soprannome di 'gioco dell'estinzione', secondo alcuni la tecnologia non dovrebbe essere testata neppure in laboratorio, nel timore che un incidente possa propagare alterazioni genetiche incontrollate nell'ambiente naturale.