L’errore costato $150 milioni ad Amazon è un campanello di allarme per il cloud
Un comando errato ha inavvertitamente abbattuto una grossa porzione della rete, ma ha contribuito a confermare la necessità di realizzare servizi Web centralizzati più robusti.
di Jamie Condliffe 08-03-17
Se avete intenzione di trasferire tutti i vostri dati sul cloud, di certo vorrete che sia un cloud ben costruito. La scorsa settimana Amazon – il più grande fornitore di servizi cloud – ha dimostrato che un sistema cloud robusto deve ancora essere realizzato.