• Un'immagine a mosaico dell'asteroide Bennu, ripresa dalla sonda spaziale OSIRIS-REx della NASA da 24 chilometri di distanza. NASA / Goddard / University of Arizona
L'asteroide Bennu potrebbe aver ospitato flussi d'acqua
In vista del tentativo del 20 ottobre di raccogliere campioni di rocce dall’asteroide, la missione OSIRIS-REx della NASA ha fornito nuove informazioni sulla sua chimica e geologia.
di Neel V. Patel 09-10-20
Bennu, attualmente a oltre 321 milioni di chilometri dalla Terra, è stato scelto per lo studio perché presenta una roccia condritica carboniosa, ricca di sostanze organiche, e  formatasi probabilmente nei primi giorni del sistema solare che hanno visto una presenza sostenuta di ossigeno. Comprendere la composizione fisica dei 500 metri di lughezza di Bennu, può aiutarci a capire come si sono formati gli asteroidi e come era il sistema solare nella sua infanzia.