L’apprendimento automatico è una scatola nera, ma al sistema sanitario la cosa non interesserà
Nuovi algoritmi sono in grado di diagnosticare malattie con la precisione di medici esperti.
di Monique Brouillette 01-05-17
Ai primi di quest’anno, Sebastian Thrun, esperto d’intelligenza artificiale, ed i suoi colleghi della Stanford University, hanno dimostrato che un algoritmo per l’“apprendimento automatico” era capace di formulare diagnosi su lesioni cutanee, di natura potenzialmente tumorale, con la precisione di un dermatologo certificato.