• Anna Goldie. Priyanka Sharma

L’AI crea microchip più rapidamente dell’uomo

La ricercatrice e cofondatrice del gruppo ML for System di Stanford ha ideato un sistema di intelligenza artificiale che, in meno di sei ore, accelera il processo di progettazione dei chip.

di Will Douglas Heaven 17-07-21
Anna Goldie progetta chip per computer utilizzando l’apprendimento per rinforzo, vale a direuna tecnica di intelligenza artificiale che funziona generando ripetutamente soluzioni da una rete neurale artificiale. Il sistema fornisce quindi un feedback alla rete, "rafforzando" i percorsi che portano a risultati positivi e indebolendo i percorsi che non lo fanno. 

Basandosi su questo ramo dell'apprendimento automatico, che è anche alla base dei metodi di maggior successo per insegnare ai computer a giocare a scacchi o Go, Goldie e il suo team sono stati in grado di accelerare il processo di progettazione dei chip.

I chip attuali sono composti da milioni o addirittura miliardi di componenti. Alcuni eseguono calcoli; altri memorizzano i dati nella memoria a breve termine. Capire il modo migliore per posizionare tutti i componenti nel layout di un chip può richiedere agli ingegneri settimane o addirittura mesi, in quanto devono cercare di ridurre al minimo il consumo energetico e lo spazio, ma anche massimizzare le prestazioni, il tutto assicurandosi che il traffico tra i componenti non diventi troppo congestionato. 

L'intelligenza artificiale di Goldie può, in meno di sei ore, trovare soluzioni che corrispondono, o addirittura superano, quelle che le persone sono state in grado di sviluppare. All'inizio del 2021, Goldie ha collaborato con gli ingegneri di Google per produrre versioni fisiche dei suoi layout per l'ultimo chip di intelligenza artificiale di Google. 

Utilizzando l'intelligenza artificiale per progettare hardware migliore più velocemente, spera di aprire la strada a progressi nell'AI che migliorino e accelerino ulteriormente la progettazione dell'hardware, creando un ciclo simbiotico tra hardware e intelligenza artificiale.

(rp)