Il sentimento ambiguo della scienza
di 08-12-03
Abbiamo sempre sottolineato, nel nostro impegno di mediazione giornalistica tra l'edizione americana e l'edizione italiana di Technology Review, come l'importanza di una rivista che è espressione del maggiore centro di ricerca mondiale risieda tanto nella possibilità di conoscere, quanto in quella di capire. Conoscere ciò che avviene nel sempre più grande mondo della scienza e della tecnologia, ma anche capire dove, come, perché avviene e soprattutto quali sono le motivazioni e le aspettative che ispirano il lavoro quotidiano, nei laboratori, nelle università, nelle imprese. Al di là degli interessi specifici, economici, sociali, culturali, che creano le condizioni di possibilità del lavoro scientifico, c'è anche una dimensione emozionale, una sorta di sentimento della scienza che di tempo in tempo emerge con particolare evidenza e spesso con drammaticità.