Il senso del presente
Il mondo è già cambiato, senza che ce ne rendessimo davvero conto, nonostante il ruolo pervasivo della tecnologia, la esplosione mediatica, la globalizzazione, e ci è voluto il distanziamento sanitario per farci comprendere come sia proprio con il presente che dobbiamo fare i conti per non perdere il contatto con gli altri, ma anche con noi stessi.
di Gian Piero Jacobelli 12-04-20
Da quanto si è diffusa la consapevolezza che dopo la epidemia del Coronavirus - un dopo comunque incerto e sussultorio - nulla sarà più come prima, il problema sembra focalizzarsi su due sentimenti contrastanti: la nostalgia per come era prima e che andrà necessariamente almeno in parte perduto nell'incalzare degli eventi, da un lato, e la speranza per ciò che deve venire, nonostante le preoccupazioni tanto sanitarie quanto economiche.