• Ms Tech / Getty
Il riconoscimento facciale monitora i bambini sospettati di essere criminali
A Buenos Aires, il primo sistema conosciuto di questo tipo viene impiegato dall’amministrazione cittadina per andare alla ricerca dei minori che compaiono in un database nazionale di presunti autori di reato.
di Karen Hao 11-10-20
In un database nazionale in Argentina, decine di migliaia di voci descrivono nomi, data di nascita e documenti di identità delle persone sospettate di crimini. Il database, noto come Consulta Nacional de Rebeldías y Capturas (Registro nazionale dei fuggitivi e degli arresti), o CONARC, è stato inaugurato nel 2009 per migliorare l'applicazione della legge per crimini gravi.