Il processo biotech del secolo determinerà chi è proprietario del CRISPR
Gli avvocati nella disputa sulla tecnica di gene-editing CRISPR presentano il proprio caso ai giudici del tribunale dei brevetti.
di Jacob S. Sherkow 12-12-16
Un clima elettrico permeava qualche giorno fa l’atmosfera alle porte dell’ufficio brevetti di Alexandria, in Virginia. Un centinaio di persone tra legali, rappresentanti dei media, della comunità finanziaria e del pubblico generico cercavano di accaparrarsi uno dei 69 posti dell’aula del U.S. Patent & Trademark Office dove gli avvocati dovevano argomentare davanti a 3 giudici le proprie ragioni sul caso di ‘interferenza’ per il brevetto del metodo di gene-editing noto come CRISPR-Cas9.