Il Grande Houdini e le contraddizioni del suo e del nostro tempo
Di tanto in tanto, anche a seguito di imperscrutabili logiche editoriali, tornano di attualità personaggi del passato prossimo, che come Ehrich Weisz, detto Houdini, acquistano un valore emblematico nel mai risolto dibattito sui limiti della scienza e della tecnologia.
di Gian Piero Jacobelli 10-07-17
A chi, come chi scrive, viene spesso tacciato, a ragione,  di biblioholism - un neologismo reso popolare una ventina di anni fa da Tom Raabe per indicare l’incoercibile bisogno di acquistare, leggere, classificare, conservare, in una parola, “consumare libri in eccesso” – può capitare, viaggiando, d’imbattersi in libri vecchi e nuovi, noti o dimenticati, che offrono l’occasione di pensare e ripensare a problemi che sembravano ormai archiviati nella memoria storica, se non in quella mediatica.