Il cambiamento climatico causato dall’uomo aumenta del 50 percento le precipitazioni dell’uragano Florence
Uno studio senza precedenti rivela che la Carolina del Nord si imbatterà in una tempesta ben più grande, intensa e piovosa grazie agli effetti del riscaldamento globale provocato dall’uomo.
di Michael Reilly 14-09-18
La notizia: L’uragano Florence è arrivato, e il Servizio Meteorologico Nazionale degli Stati Uniti prevede che alcune aree saranno ricoperte da oltre 70 cm di pioggia. Prima ancora dell’arrivo di questa tempesta, ricercatori della Stony Brook University hanno scoperto quanto il cambiamento climatico provocato dall’uomo possa essere considerato responsabile della devastazione che seguirà. La risposta è alquanto sorprendente: intorno al 50 percento delle precipitazioni previste sarebbe dipeso dalle emissioni dell’uomo, le cui azioni avrebbero portato anche a un incremento della intensità dell’uragano e un aumento della sua estensione di ben 80 km.