Il borofene è il nuovo materiale delle meraviglie
Più forte e flessibile del grafene, un singolo strato atomico di boro potrebbe rivoluzionare sensori, batterie elettriche e chimica catalitica.
Non molto tempo fa, il grafene veniva considerato il materiale delle meraviglie. Uno strato sottilissimo, in fili di carbonio super resistenti, che può essere impiegato per formare tubi, sfere ed altre forme curiose. Grazie alle sue proprietà conduttive, gli scienziati dei materiali hanno immaginato un’era caratterizzata da calcoli informatici basati sul grafene e una proficua industria di chip in grafene. L’Unione Europea ha persino investito €1 miliardo per avviare l’industria del grafene.