Il bambino di sette anni che vede anche se privo di corteccia visiva primaria
Una perfetta dimostrazione dell'incredibile malleabilità e capacità d'adattamento del cervello.
Ad una recente conferenza di neuroscienze tenutasi a Sydney, ricercatori Australiani della Monash University, guidati da Inaki Carril, hanno presentato il caso di un bambino di 7 anni (soprannominato BI) che, pur avendo perso la propria corteccia visiva primaria poco dopo la nascita, a causa di una rara condizione metabolica, si è dimostrato in grado di vedere abbastanza bene da giocare a calcio e con i videogame.