• Science Photo Library / GETTY
I social media possono combattere l'infodemia legata al coronavirus
Con milioni di persone bloccate a casa, Facebook e Twitter sono le principali fonti di notizie sul COVID-19, ma rappresentano anche i luoghi in cui prospera la disinformazione. Come uscire da questo stallo?
di Joan Donovan 17-03-20
Durante il fine settimana, una serie di voci che circolavano in Massachusetts indicavano che il governatore stava preparando una ordinanza per "rimanere a casa". I cittadini in preda al panico hanno acquistato tutte le riserve di carta igienica, prodotti per la pulizia, pasta e burro di arachidi nei negozi di alimentari, nelle stazioni di servizio e nei supermercati.