• Droni predisposti alla consegna di vaccini nelle aree più remote del Ruanda.
I paesi più poveri cominciano ad adottare per primi le nuove tecnologie
In alcuni angoli della Terra, le popolazioni più povere sono le prime a beneficiare delle nuove tecnologie che migliorano le condizioni di salute.
di Seth Berkley 23-05-16
La storia ci insegna che le rivoluzioni industriali non hanno favorito i poveri. Nonostante i potenziali benefici della tecnologia, il primo impatto sulle classi sociali meno retribuite è stato spesso negativo. Se non ha portato via posti di lavoro, ha reso gli ambienti di lavoro pericolosi o esposto i lavoratori a sostanze inquinanti. Anche oggi si può osservare il fatto che un’economia basata sulla tecnologia tende a favorire solo un piccolo gruppo di individui di successo, provocando un inasprimento della disuguaglianza.