I numeri dietro il rinnovato supporto del Giappone al nucleare
Il disastro di Fukushima ha portato il Giappone a chiudere le sue centrali nucleari, ma tre anni di aumento in costi ed emissioni di anidride carbonica stanno portando il paese a fare dietrofront.
di Mike Orcutt 12-03-14
Nei tre anni trascorsi dal disastro della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, il Giappone ha cercato di sostituire l'energia nucleare con i combustibili fossili. I costi, però, si sono rivelati proibitivi, e ora il governo è convinto di dover riavviare i suoi reattori.