• AP
I cavi in fibra ottica sottomarini hanno individuato falde sismiche nel fondo dell'oceano
Gli stessi cavi in fibra ottica che utilizziamo per collegarci online vengono riproposti per rilevare terremoti e studiare il fondo dell'oceano. Secondo uno studio apparso su “Science”, la tecnica ha permesso di rilevare delle irregolarità mai registrate prima al largo delle coste della California.
di Charlotte Jee 30-11-19
I ricercatori hanno temporaneamente trasformato 20 chilometri di cavo a fibre ottiche sottomarine nell'equivalente di 10.000 stazioni sismiche lungo il fondo dell'oceano. Hanno usato una tecnica nota come rilevamento acustico distribuito, in cui brevi impulsi di luce vengono inviati lungo il cavo e viene analizzata la retrodiffusione creata mentre il cavo si muove e si allunga.