Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Hyperloop One raggiunge un importante traguardo

    Hyperloop One ha effettuato con successo il primo test di propulsione e levitazione controllata in ambiente ad atmosfera controllata.

    di Matteo Ovi

    Nelle prime ore di mercoledì 12 luglio, gli ingegneri di Hyperloop One hanno ultimato il primo test di propulsione e levitazione controllata di un vascello in un ambiente ad atmosfera controllata.

    Hyperloop One è ora sul punto di completare i test di sistema presso il sito DevLoop nel deserto a nord di Las Vegas. Con oltre 300 metri di motori lineari installati lungo il tracciato di prova, il team è in grado di applicare al suo interno una pressione paragonabile quella che si troverebbe ad una profondità di 60 metri. Per il momento, la velocità di collaudo non supererà i 400 km/h, ma servirà a collaudare il vascello XP-1, composto da un guscio in fibra di carbonio e alluminio posto su un telaio a levitazione.

    Il test di ieri è durato appena 5.3 secondi ed ha interessato solamente i primi 30 metri di lunghezza del percorso, ma “più lunga la fila di motori, maggiore la velocità che potremo raggiungere”, precisano con entusiasmo Josh Giegel e Shervin Pishevar, co-fondatori della società. “La storia è fatta da persone, non eventi, dal duro lavoro e dalla persistenza, e non dal caso”, commentano. I quasi 200 ingegneri, meccanici, saldatori e costruttori del team dietro Hyperloop One hanno collaborato assieme per raggiungere il primo di tanti traguardi che potrebbero portare a una nuova rivoluzione dei trasporti. “Andando avanti, il percorso non sarà più semplice, ma presto potremo andare più lontano e veloce”.

    immagine: Il vascello XP-1 presentato da Hyperloop One per i test in Nevada

    Related Posts
    Total
    0
    Share