• Mohlakoana Molise, un contadino di Lesotho, ordina il suo raccolto di mais. Come per gran parte del resto dell’Africa, Lesotho ha subito duramente la siccità del 2016 associata a un El Niño particolarmente forte.
Ha inizio il primo test di raccolti geneticamente modificati della Tanzania
Molti paesi africani hanno esitato ad autorizzare la coltivazione o l’importazione di alimenti geneticamente modificati ma, a seguito di una pesante siccità l’opposizione, ha cominciato ad attenuarsi.
di Jamie Condliffe 11-11-16
Molti paesi africani sono candidati ideali per il genere di raccolti che l’ingegneria genetica permette di coltivare, ma in pochi, finora, hanno abbracciato apertamente il cambiamento. Poche settimane fa la Tanzania ha deciso di provare per la prima volta una selezione di raccolti geneticamente modificati, dando nuova speranza alle prospettive che questa tecnologia venga adottata nel continente.