• FCC
Guerra al digital divide
La neutralità della rete, auspicata dal Presidente della FCC, non ha in realtà ampliato l'accesso a Internet.
di Angela Chen 11-06-19
Secondo Ajit Pai, Presidente della Commissione federale per le comunicazioni (FCC) degli Stati Uniti, la fine della neutralità della rete, vale a dire il sistema che richiedeva ai fornitori di servizi Internet di trattare tutti allo stesso modo i dati, avrebbe indotto più americani ad accedere alla banda larga.
E’ trascorso un anno da allora, ma la realtà non sembra confermare questa previsione.
Ogni anno, la FCC pubblica un rapporto che mostra lo stato dell'accesso alla banda larga negli Stati Uniti.
Questo rapporto è la principale fonte di informazioni del governo per misurare lo stato della connettività e contribuisce a determinare le modalità di stanziamento dei sussidi per la banda larga.
In una bozza del rapporto di quest'anno, diffusa a febbraio, risultavano significativi incrementi di accessi alla banda larga.