Grandi capitali e visioni di lungo periodo
Al CeraWeek di Houston, il numero uno di Eni ribadisce la centralità del gas naturale nelle strategie dell'azienda, sollevando però anche le questioni scottanti che si delineeranno in un futuro non troppo lontano.
Un anno fa la grande questione per la nostra industria sarebbe stata la volatilità del prezzo del petrolio: l'8 marzo del 2009 era sceso a 44 dollari al barile, meno di un terzo del picco precedente la crisi. Un anno dopo, il petrolio sembra essersi stabilizzato su un prezzo accettabile, tra i 70 e gli 80 dollari al barile, attraverso una combinazione di supply management da parte dell'Opec e del fatto che il sistema economico globale sembra essere sfuggito alla catastrofe e mostra qualche segno di ripresa. Oggi la questione fondamentale non è più la volatilità del mercato del petrolio, ma di quello del gas naturale.