Google Plus chiude dopo aver messo a rischio le informazioni di mezzo milione di utenti
Per mesi la società ha mantenuto segreto un bug che permetteva alle app di terze parti di accedere a informazioni private custodite all’interno di Google+.
di Martin Giles 09-10-18
La copertura: Il The Wall Street Journal riporta come Google avesse scoperto il bug nei codici di Google+ già nel mese di marzo; una volta riparatolo, però, la società avrebbe deciso di non rivelarne l’esistenza. Il giornale ha pubblicato un memo interno che dimostrerebbe come la società, preoccupata di incorrere in conseguenze analoghe a quelle che hanno interessato Facebook dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, abbia optato di proposito per il silenzio.