Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter

    Google non blocca gli stalker

    Malgrado il divieto imposto dall’azienda, le app spia continuano a essere presenti in rete, sfuggendo facilmente agli scarsi controlli

    Rhiannon Williams

    Google Search mostra annunci per servizi di stalkerware che vantano il monitoraggio in tempo reale di partner e coniugi, nonostante il divieto autoimposto dell’azienda su tali annunci. Secondo una ricerca della società di sicurezza mobile Certo Software, confermata da “MIT Technology Review”, le queries di Google Search relative al controllo di moglie o fidanzata restituiscono generalmente annunci per software e servizi che offrono esplicitamente di spiare altre persone.

    Lo stalkerware, noto anche come spyware, è un software progettato per monitorare segretamente un’altra persona, tracciandone posizione, telefonate, messaggi privati, ricerche e cronologie sul Web. Tali app, la maggior parte a pagamento, in genere vengono eseguite inosservate in background su un telefono o si mascherano come calcolatrici, calendari o app di manutenzione del sistema apparentemente innocue

    Come si può leggere sull’aggiornamento di Google, l’azienda ha bandito gli annunci che promuovono lo stalkerware nell’agosto 2020: “E’ vietata la promozione di prodotti o servizi commercializzati o mirati con lo scopo esplicito di tracciare o monitorare un’altra persona o le sue attività senza la sua autorizzazione”. Il software utilizzato per controllare i partner rientra in questa categoria, sebbene Google consenta ancora annunci pubblicitari che promuovono investigatori privati e prodotti o servizi per il monitoraggio dei minori

    Le aziende dietro i servizi di stalkerware acquistano annunci su Google che appaiono sulle queries di ricerca sotto le voci “app per spiare chi imbroglia”, “app per leggere i messaggi della moglie” e “app per leggere i messaggi della ragazza”. Gli annunci visualizzati da “MIT Technology Review” contengono frasi tra cui “app per vedere i messaggi di testo del coniuge”, “vedi a chi sta scrivendo la tua ragazza” e “come accedere a un altro dispositivo”. 

    Sui loro siti Web, le aziende di stalkerware spesso si presentano come venditori di software legale per il monitoraggio dei bambini da parte di genitori preoccupati. Certo ha utilizzato uno strumento di analisi della ricerca chiamato Spyfu per cercare gli annunci che queste aziende acquistano su Google e ha scoperto che in realtà vengono proposti strumenti per spiare digitalmente i partner.  “MIT Technology Review” ha scelto di non nominare queste aziende per evitare di pubblicizzarle. 

    Un portavoce di Google ha dichiarato impegnache l’azienda è impegnata a rimuovere gli annunci che violano le norme. Secondo “MIT Technology Review”, la risposta non è del tutto vera in quanto le ricerche della voce “app per leggere i messaggi della moglie” offrono ancora annunci per stalkerware. Paradossalmente, le attuali politiche di Google penalizzano di fatto le aziende anti-spyware. Frasi come “scarica l’app per fermare lo stalkerware” vengono bloccate dai divieti su parole come “stalkerware”.

    Le iniziative di aziende come Google per controllare gli annunci sulle loro reti sono superficiali, afferma Jan Penfrat, consulente politico senior di European Digital Rights. “I loro sistemi di screening”, dice, “sono spesso algoritmi che non funzionano molto bene e sono facili da aggirare”. Sebbene sia contro la legge negli Stati Uniti installare stalkerware sul telefono di un adulto senza consenso, la commercializzazione di tali app è legale. Molte aziende mostrano disclaimer sui loro siti Web affermando che il loro software è destinato esclusivamente a scopi legali, ma ci sono state una manciata di condanne per l’installazione di spyware su dispositivi di adulti ignari. 

    Lo scorso settembre, nel primo provvedimento di questo tipo, la Federal Trade Commission ha bandito un’azienda chiamata Support King, che operava dietro il nome di SpyFone, per aver raccolto e condiviso illegalmente informazioni private di persone e non aver implementato le misure di sicurezza di base. La FTC ha affermato che sarà “aggressiva nel colpire infrazioni simili quando le aziende e i loro dirigenti invadono la nostra privacy”.

    Anche se molte app di stalkerware sono vendute come strumenti di monitoraggio per i genitori che vogliono controllare i bambini, forniscono le stesse funzionalità dei servizi per spiare un coniuge, afferma David Ruiz, esperto di privacy del gruppo di sicurezza Malwarebytes. 

    L’abuso facilitato dalla tecnologia è un problema in rapida crescita. Secondo lo Stalking Prevention Awareness and Resource Center, circa 1,5 milioni di americani sono perseguitati ogni anno attraverso una qualche forma di tecnologia, mentre l’organizzazione benefica britannica Refuge ha riportato un aumento del 97 per cento del numero di casi di abuso con utilizzo di tecnologie specializzate tra aprile 2020 e maggio 2021.

    “Sentire che queste app vengono vendute direttamente a chi commette il reato è estremamente preoccupante”, afferma Emma Pickering, responsabile degli abusi tecnologici presso Refuge. “Le aziende tecnologiche devono agire rapidamente per rimuovere questi annunci che consentono agli autori di accedere a strumenti per leggere i messaggi dei loro partner o tracciare le posizioni a loro insaputa o consenso. Dobbiamo riconoscere che il cyberstalking è un comportamento pericoloso e minaccioso allo stesso modo dello stalking per strada”.

    Immagine: dal film Psycho

    (rp)

    Related Posts
    Continua

    Come e perché imparare dalle api

    La cosiddetta "intelligenza di sciame” è applicabile anche alle comunità umane? Gli esperti Paola Scarpa, Andrea Pietrini, Federico Frattini a confronto su un tema affascinante per le società presenti e future
    Total
    0
    Share