Giovani Innovatori 2019: Roberto Carminati
Roberto Carminati è uno dei vincitori dell’edizione 2019 del premio TR35, dedicato ai giovani innovatori al di sotto dei 35 anni.
di MIT Technology Review 22-05-19
Specchi micromeccanici per occhiali a Realtà aumentata: una nuova generazione di scanner rivoluzionari

Il progetto si concentra sulla progettazione di scanner innovativi che consentiranno presto una nuova generazione di occhiali intelligenti a Augmented Reality (Realtà aumentata): una tecnologia che permette di sovrapporre informazioni multimediali a quanto si sta osservando su un qualsiasi display.

La risoluzione dell'immagine del display, ottenuta da Carminati, proviene da strutture meccaniche di scansione ad altissima frequenza, in grado di proiettare un elevato numero di linee di visualizzazione durante ogni frame di proiezione e consente ai display, grazie al netto miglioramento della risoluzione, di soddisfare i requisiti per la prossima generazione di occhiali AR.

Si inaugurano così sempre più numerosi campi applicativi e si aprono nuove opportunità sul mercato. Il suo specchio micromeccanico funziona in condizioni standard fino a una frequenza di oscillazione tale da garantire prestazioni ineguagliabili sul mercato.

Roberto Carminati ha adottato la "tecnologia di attuazione piezoelettrica PZT a film sottile" per realizzare specchi micromeccanici che consentono la deflessione ad alta velocità dei fasci laser, aumentando la qualità dell'immagine e la visuale sul campo. Questa è la prima volta che la "tecnologia di attuazione piezoelettrica PZT a film sottile" viene utilizzata per costruire micro scanner.


Roberto Carminati,17 gennaio 1987, Università di Pavia.