Giovani Innovatori 2019: Giulia Pasquale
Giulia Pasquale è una delle vincitrici dell’edizione 2019 del premio TR35, dedicato ai giovani innovatori al di sotto dei 35 anni.
di MIT Technology Review 23-05-19
Insegnare ai robot a riconoscere gli oggetti “al volo” (Deep Learning).

Il miglioramento senza precedenti nel riconoscimento automatico degli oggetti, grazie al Deep Learning, ha consentito negli ultimi anni molte applicazioni. In particolare per la robotica, tanto che oggi l’utilizzo di agenti autonomi artificiali viene percepito come un obiettivo realizzabile.

Replicare più capacità naturali, come imparare a riconoscere gli oggetti nuovi “al volo”, solo da una rapida dimostrazione umana, è una funzionalità chiave per qualsiasi dispositivo che si prevede agisca in ambienti non vincolati.

Questo progetto ha inizialmente implementato sistemi prototipali su robot umanoidi (iCub, R1), coniugando architetture e algoritmi di apprendimento automatico all'avanguardia con tecniche di raccolta dati intelligenti.

L'obiettivo è stato portato avanti nell'ambito di una collaborazione tra l'Istituto Italiano di Tecnologia -- in particolare i gruppi di ricerca "iCub" e "Humanoid Sensing and Perception", e l’Università di Genova -- in particolare il "Laboratory for Computational and Statistical Learning" e il gruppo di ricerca "SlipGURU".


Giulia Pasquale, 13 maggio 1988, IIT.