• Credito immagine: Pixabay
Farmaci comunemente prescritti potrebbero aumentare il rischio di demenza
Secondo un nuovo studio, l'utilizzo regolare di alcuni comuni farmaci contro Parkinson, depressione e disturbi della vescica, potrebbero incrementare in maniera significativa i rischi di demenza nel futuro.
di Jama 25-06-19
Jama pubblica i risultati di una ricerca condotta presso la University of Nottingham e finanziata dal National Institute for Health Research (NIHR). Diretta da Carol Coupland, professoressa di statistica medica, la ricerca ha rilevato un 50% di incremento del rischio di demenza tra individui dai 55 anni in su trattati quotidianamente, per almeno tre anni, con forti farmaci anticolinergici.