Enel e Athonet Smartgrid portano la rete mobile dove non c'é
La start-up scelta da Enel ha sviluppato un sistema di rete LTE che sarà utilizzata a Cittareale per le operazioni post emergenza terremoto.
di Fonte Enel 28-04-17
Creare una rete in zone difficili da raggiungere per gli operatori tradizionali. È questo l’obiettivo della start-up Athonet Smartgrid che, grazie anche all’investimento di Enel, ha sviluppato una tecnologia in grado di realizzare una rete dati privata LTE in grado di funzionare in luoghi in cui di fatto la rete non è presente. Gli impianti del Gruppo, situati in zone remote, avranno dunque una copertura di rete con elevate performance che permetteranno le comunicazioni mission critical. La rete radio mobile è facilmente integrabile con le reti esistenti e consente un’importante riduzione dei costi di realizzazione e gestione, erogando servizi di trasmissione dati live, video e voce. Il tutto con un ottimo livello di copertura, bassissima latenza e garanzia di continuità di funzionamento anche in situazioni di criticità ed emergenza.