Due approcci rivali abbinati permettono alle AI di imparare come un bambino
Insieme, apprendimento profondo e ragionamento simbolico creano un programma capace di apprendere in maniera del tutto simile a un essere umano.
di Will Knight 15-04-19
Nei decenni trascorsi dall’ideazione dell’intelligenza artificiale, la ricerca si è concentrata particolarmente su due campi principali. I “simbolisti” hanno perseguito la creazione di macchine intelligenti attraverso la codificazione di regole e rappresentazioni logiche del mondo, mentre i “connessionisti” hanno cercato di costruire reti neurali artificiali, prendendo spunto dalla biologia per impartire nozioni sul mondo. I due gruppi sono storicamente contrapposti.