Da uno studio genetico nuove intuizioni sull'invecchiamento e sulle possibilità di allungare la vita
L'American Society of Human Genetics presenta i risultati di un'analisi degli effetti delle variazioni genetiche sulla lunghezza della vita.
Paul Timmers, della University of Edinburgh, in collaborazione con un gruppo internazionale di ricercatori, si è dato il compito di individuare le chiavi genetiche della durata della vita umana. Lo studio è partito dall'analisi dei dati genetici di più di 500.000 partecipanti dell'UK Biobank e di altri gruppi simili, messi a confronto con la lunghezza della vita dei genitori di ciascun individuo studiato. Invece di concentrarsi su singoli geni con influenza sulla durata della vita, i ricercatori hanno valutato l'impatto dell'intero genoma sull'argomento, alla ricerca di nuove possibilità di studio.