Continua la lotta alle armi autonome
Alcuni nomi importanti nel settore dell’intelligenza artificiale hanno sferrato un nuovo attacco pacifico per contrastare lo sviluppo di armi autonome.
di Will Knight 19-07-18
Elon Musk, fondatore di DeepMind, ed altri luminari dell’intelligenza artificiale hanno siglato una lettera per garantire che non svilupperanno “armi autonome letali”. Il gesto non è che l’ultimo tentativo di attirare l’attenzione sui rischi morali sollevati dalle armi supportate da sistemi di intelligenza artificiale; fermare qualunque tentativo di applicare la tecnologia al settore bellico, però, potrebbe rivelarsi una idea estremamente difficile da realizzare.