Ready2Go, per guidare meglio
Al via il network di autoscuole ACI, con moduli di insegnamento innovativi che si avvalgono
delle tecnologie più avanzate. Entro il 2011 sarà attivo in tutte le province italiane.
di 23-08-10
Un italiano su due usa l'auto tutti i giorni, ma varie lacune formative sono causa di stress e criticità nella guida: i conducenti più giovani lamentano difficoltà nelle ore notturne e nel traffico intenso; i più maturi temono le condizioni climatiche avverse (ghiaccio, neve e nebbia), soprattutto perché non conoscono le tecniche di guida idonee. Il 94 per cento degli automobilisti preferirebbe una maggiore formazione pratica nelle autoscuole per affrontare adeguatamente le emergenze e le situazioni di pericolo. Lo rileva una ricerca commissionata dall'Automobile Club d'Italia all'ISPO e illustrata da Renato Mannheimer in occasione della presentazione di Ready2Go, il network delle autoscuole dell'ACI, progetto al quale aderisce la Polizia di Stato con un protocollo d'intesa. Ready2Go punta su una più moderna e accurata formazione dei conducenti attraverso moduli d'insegnamento innovativi che si avvalgono anche delle tecnologie più avanzate: simulatori di guida virtuale, PC touch-screen interattivi e prove di guida sicura con ABS e ASR. L'iniziativa è rivolta soprattutto ai giovani, particolarmente esposti al rischio sulla strada: il 30 per cento dei sinistri vede coinvolto un neopatentato e l'incidentalità è la prima causa di morte per i ragazzi fino a 24 anni.