La grande famiglia dei naturoidi
I dispositivi che imitano le proprietà di esemplari esistenti in naura
Nel giugno di quest'anno l'intelligenza artificiale (IA) compie i suoi primi cinquanta anni di vita e, fra i suoi risultati, si può certamente annoverare il forte impulso che essa ha dato alla robotica o, almeno, a quella robotica che intende conferire alla macchina una intelligenza in qualche misura simile a quella umana. Inutile aggiungere che, come é già accaduto all'IA, anche la robotica antropomorfa ha generato controversie di vario ordine circa la reale possibilità di riproduzione, in questo caso addirittura fisica, dell'uomo. Tuttavia, al di là della rinnovata discussione sui presumibili limiti che la tecnologia deve fronteggiare nel tentativo di mettersi al posto della natura, in particolare se si pone obiettivi di elevatissima complessità, non si può negare che oggi la robotica stia vivendo un momento di notevole sviluppo.