Esordio burrascoso per il commercio di CO2
di 01-09-06
Nel 2002 l'Unione Europea ha ratificato il Protocollo di Kyoto sul cambiamento climatico, che richiede che le emissioni globali di gas serra siano ridotte entro il 2012 di un 5 per cento al di sotto dei livelli del 1990. Per fare la sua parte la UE conta fortemente sui meccanismi di mercato. Alle aziende che gestiscono impianti che emettono molto carbonio gassoso, come le centrali elettriche a carbone o petrolio, vengono concesse delle «quote di emissione», cioè il diritto legale di rilasciare in aria una certa quantità di anidride carbonica ogni anno, che possono essere comprate e vendute a volontà.