STOP ALLO STRIDORE
di 21-09-04
I freni - anche quelli nuovi - sono afflitti dal problema dello stridore, una delle cause principali delle proteste dei clienti e di riparazioni ancora nel periodo di garanzia. La causa precisa non è chiara, ma secondo una teoria il rotore e le pastiglie vibrano a causa dell'attrito prodotto dal loro sfregamento in coppia, creando uno stridore acuto che costringe a provvedimenti, come la sostituzione delle pastiglie, che in realtà non sempre risolvono il problema. Ken Cunefare, un ingegnere meccanico del Georgia Institute of Technology, sostiene di avere una soluzione migliore: un piccolo cilindro inserito all'interno di ogni pistone del freno. Il congegno contiene numerosi strati di un materiale di piezoceramica che si allunga quando viene applicata una corrente. Tutte le volte che il guidatore frena, arriva una tensione diversa al congegno e il materiale cresce o diminuisce di qualche centinaio di millimetri, modificando la forza con cui preme sulla lastra di acciaio sul retro della pastiglia dei freni. La pressione a impulsi provoca le vibrazioni del freno a una frequenza più alta, non udibile. Cunefare ha effettuato test di laboratorio ed è alla ricerca di un partner aziendale che lo aiuti a costruire un prototipo di seconda generazione da sperimentare su strada.