OCCHIALI SU MISURA
di 21-09-04
In genere si pensa agli occhiali come a un oggetto personalizzato, ma in realtà gli attuali metodi oftalmici si limitano a correggere i più comuni problemi visivi, lasciando il rimanente 20 per cento inalterato, al punto che spesso chi porta gli occhiali vede stelline, aureole o altre apparizioni. Ophthonix, una giovane azienda di San Diego, in California, sta sviluppando un sistema - che potrebbe approdare al mercato per la fine dell'anno - per produrre occhiali realmente fatti su misura per rispondere ai difetti visivi individuali. Il processo prende le mosse da un congegno che misura tutte le aberrazioni di ogni occhio, come le irregolarità nella forma o lo spessore del cristallino o della cornea. La diagnosi tradizionale, al contrario, si affida alle scelte soggettive del paziente tra una serie di lenti correttive. Il congegno di Ophthonic illumina l'occhio e misura i cambiamenti nelle proprietà dell'onda di luce riflessa dalla retina; da questi cambiamenti si può calcolare il valore di qualsiasi irregolarità. Il sistema utilizza poi queste misure per creare una prescrizione digitale che invia elettronicamente a Ophthonic. Nei laboratori dell'azienda la prescrizione guida un laser che scansiona una lente composta di uno strato di materiale convenzionale fuso con uno strato di un nuovo polimero prodotto da Ophthonic. La luce del laser modifica la struttura molecolare del polimero di Ophthonic, alterando le sue proprietà di rifrazione da un punto all'altro. In alcune prove sui pazienti, anche quelli con 20/20 di capacità visiva potevano vedere più chiaramente con i nuovi occhiali.