LA MAGICA PENNA DI MICROSOFT
Jian Wang sta riscrivendo le relazioni tra l'uomo e il computer - e la carta - con una penna che trasforma in informazione digitale gli appunti più frettolosi.
Contribuendo nel frattempo a fare del laboratorio di ricerca di Microsoft a Pechino una fucina di invenzioni.
di Gregory T. Huang 22-09-04
Se fosse per Wang, sarebbe tutto digitale.«Odio le stampanti, trasformano i dati digitali in analogici», scherza lui, solcando il mare di cubicoli all'interno del centro di ricerche Microsoft Asia di Pechino. Quarantenne e allampanato, lo scienziato informatico è specializzato nell'inventare nuove interfacce per computer che aiutino a colmare il divario tra l'analogico e il digitale. La sua interfaccia personale, invece, è un ampio sorriso, che si sposa alla perfezione con la sua camicia in jeans e i modi informali.