AMBIENTI A TEMA: QUANDO ARTIFICIALE E REALE SI FONDONO
I consumatori che entrano nello spazio di un hotel casinò di Las Vegas, che riproduce le sembianze di Piazza San Marco, riconoscono il luogo non come una simulazione di Venezia, ma come un set di Hollywood dove possono esprimere la propria fantasia, come in un film su Venezia.
di MARK GOTTDIENER 22-09-04
I nostri ambienti metropolitani e suburbani sono punteggiati in modo crescente dagli spazi del consumatore progettati in conformità a motivi simbolici complessi. Questi posti forniscono agli utenti una forte esperienza che mescola numerose attività, dallo shopping al gioco d'azzardo, all' «osservare la gente», e sono tutti esempi di quelli che potremmo chiamare «ambienti a tema». Più che soltanto simulazioni o imitazioni, questi posti sono artificiali e reali: simultaneamente simulazioni e rappresentazioni indessicali (ossia che fungono da indicatori) della materialità, di cui ci si appropria facilmente.