Risonanza magnetica nucleare portatile

Donhee Ham, 34 anni
Harvard University

di Brittany Sauser 28-11-08
Combinata con nanoparticelle magnetiche manipolate ad hoc, la risonanza magnetica nucleare (RMN) è un sistema potenzialmente facile e veloce per scoprire la presenza di tumori, batteri e virus nei campioni di sangue. Ma gli attuali sistemi di RMN utilizzano magneti grandi e costosi e risultano poco funzionali per lo screening su larga scala del cancro e altri test diagnostici di routine. Donhee Ham, un professore associato di scienze naturali, ha invece creato un sistema poco più grande di un telefono cellulare, che pesa meno di 2 kg, ma è 60 volte più sensibile degli attuali ingombranti apparecchi da 120 kg che arrivano a costare 70 volte di più. L'elemento chiave è un chip di silicio a radio frequenza che compensa la bassa qualità del segnale provocata dal magnete più piccolo. Il sistema è stato sperimentato in collaborazione con il Massachusetts General Hospital e molte aziende hanno manifestato interesse a incorporare la tecnologia di Ham nei loro strumenti diagnostici.