Arrivai a Cambridge...
In Avoid Boring People, la sua biografia appena pubblicata, James Watson non si limita a descrivere la sua vita, ma dispensa una serie di consigli. Nell'estratto prescelto, lo scienziato parla del ruolo che avuto nella scoperta della struttura del DNA.
di James Watson 12-11-07
Arrivai a Cambridge nell'autunno del 1951 e rimasi impressionato dalla imponenza del luogo e dallo stile, intriso di suggestioni culturali, per me ancora sconosciuti. La grande università cittadina, che offre una testimonianza di circa 900 anni di storia inglese, si accentra sulle sponde del fiume Cam, le cui modeste acque si dirigono verso il Nordest, lungo l'East Anglia, fino al centro commerciale di Ely. L'imponente cattedrale del XII secolo di Ely ha da sempre torreggiato sui vasti terreni paludosi che sfociavano nei silenziosi 60 km di fiume che si snodavano da Cambridge alle basse acque del Wash, l'estuario sul quale scorrono due volte al giorno le onde di marea del Mare del Nord. è stato il progressivo prosciugamento delle paludi nel corso dei secoli che ha creato i fertili campi agricoli e il benessere dei grandi proprietari terrieri dell'East Anglia. Questa ricchezza ha permesso di costruire lungo gli argini del Cam (backs: i giardini dietro ai college) gli eleganti alloggi per studenti, i refettori e le cappelle che già molti secoli fa caratterizzavano Cambridge come città commerciale di straordinaria grazia e bellezza.