L'informatica appartiene ai nuovi sognatori
Gli insegnamenti radicali degli anni 1960 non vanno dimenticati.
di 25-10-05
Bill Joy, il creatore di Unix a Berkeley e uno dei fondatori di Sun Microsystem, recensisce What the Dormouse Said...: How the 60s Counterculture Shaped the Personal Computer Industry di John Markoff (si veda pag. xx). Joy è stato uno dei protagonisti di quegli anni decisivi per lo sviluppo informatico, ma nella sua recensione egli parla tanto del passato quanto del futuro dei computer. Egli chiarisce al lettore come si è arrivati a costruire dei computer sempre più personalizzati e ricorda che ogni piccolo passo in avanti è una grande conquista. Joy spiega che per fare ancora dei progressi è necessario investire nella ricerca informatica al fine di "trovare e finanziare i sognatori".