Sottosuolo più sicuro
di 08-12-03
Gli apparecchi standard per rilevare le sostanze inquinanti sono ingombranti e costosi e richiedono frequenti aggiustamenti. All'Università della California, a Los Angeles, gli ingegneri Tom Harmon e Jack Judy hanno costruito un minuscolo sensore in grado di migliorare il controllo dei nitrati nel suolo, che possono infiltrarsi nelle acque sotterranee e causare problemi alla salute. Il sensore consiste di una barra di carbonio rivestita con una miscela di polimero e nitrato. Collocandolo nell'acqua o nel terreno umido si genera una tensione che corrisponde alla differenza tra le concentrazioni di nitrato del terreno e del rivestimento. L'apparecchio lungo 1 centimetro e mezzo e sottile come un capello potrebbe essere prodotto in massa su chip di silicio, sostiene Harmon, abbassando i costi di un decimo rispetto a quelli dei tradizionali rilevatori di nitrato. Inoltre, il sensore sarà autocalibrato in base ai modelli di come i fattori ambientali, quali la temperatura, incidono sul segnale. Entro cinque anni, conclude Harmon, il tentativo potrebbe portare alla produzione di una serie di sensori economici e affidabili che una volta schierati hanno bisogno di una minima assistenza da parte dell'uomo.